ADVST
Costume e Società

I problemi dello spettro autistico quel blu che ci ricorda l’importanza dell’integrazione

Oggi è la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, ricorrenza istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per richiamare l’attenzione di tutti sui diritti delle persone che presentano disturbi dello spettro autistico, ovvero presentano un’insieme eterogeneo di disturbi del neurosviluppo caratterizzati da una compromissione qualitativa nelle aree dell’interazione sociale e della comunicazione, e da modelli ripetitivi e stereotipati di comportamento, interessi e attività. I sintomi e la loro severità possono manifestarsi in modo differente da persona a persona, conseguentemente i bisogni specifici e la necessità di sostegno sono variabili e possono mutare nel tempo.
In Italia, secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dei disturbi dello spettro autistico, 1 bambino su 77 di età compresa tra i 7 e i 9 anni presenta un disturbo dello spettro autistico, con una prevalenza maggiore nei maschi, che sono colpiti 4,4 volte in più rispetto alle femmine, dati che sottolineano la necessità di politiche sanitarie, educative e sociali atte a incrementare i servizi e migliorare l’organizzazione delle risorse a supporto delle famiglie.
In verità, negli ultimi anni la rete dei servizi educativi della prima infanzia, dei pediatri di famiglia, delle neonatologie e terapie intensive neonatali e delle Unità Operative di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza è stata potenziata nell’ambito delle attività del Fondo Autismo coordinato dall’Istituto Superiore della Sanità su mandato del Ministero della Salute, un intervento volto all’efficientamento del processo di riconoscimento, diagnosi e trattamento precoce della patologia al fine di indirizzare correttamente la traiettoria di neurosviluppo del bambino.
Molto ancora, però, resta da fare, soprattutto nell’ambito della sensibilizzazione dei cittadini e delle famiglie, che tendono ancora a sottovalutare la gravità della patologia e a isolare questi individui. Particolarmente sensibili al tema, tuttavia, si sono rivelate tante Amministrazioni Comunali che, ormai, di anno in anno si impegnano, con semplici ma significativi gesti ed eventi, a centrare l’attenzione sul tema. È il caso di Reggio Calabria, che già ieri sera ha illuminato di blu il Castello Aragonese e, nel nostro comprensorio, di Locri che già da diversi anni aderisce alla medesima iniziativa colorando di blu la facciata di Palazzo Nieddu del Rio e che, questo pomeriggio, lascerà spazio alla voce degli esperti con la webinar L’autismo è parte di noi, a partire dalle ore 16.

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button