ADVST
Attualità

Agricoltori cosentini in stato di agitazione: tensione tra Coldiretti e la Regione

I lavoratori del Consorzio di Bonifica dei Bacini Settentrionali del Cosentino, con sede a Mormanno, sarebbero pronti a scioperare a oltranza in segno di protesta per la mancata corresponsione delle mensilità che loro spettano. Uno stato di agitazione che, giustamente, preoccupa molto i lavoratori del settore agricolo, immediatamente appoggiati da Coldiretti Calabria, il cui Presidente, Franco Aceto, non ha esitato ad attribuire le responsabilità di questa situazione precaria alla Regione Calabria.
“Siamo costretti – ha dichiarato infatti Aceto, – davanti alla sordità della Regione Calabria, a proclamare come agricoltori lo stato di mobilitazione, perché persistono le resistenze della burocrazia regionale che nega diritti acquisiti dai Consorzi, seppur convalidati da atti e delibere.”
Un atteggiamento, prosegue la nota di Aceto, che dimostrerebbe la volontà della Regione Calabria di sottrarsi alle proprie responsabilità, come peraltro dimostrerebbe anche l’iter di approvazione dei Piani Industriali dei Consorzi da parte della Regione.
“In un periodo di emergenza come quello che da oltre un anno stiamo vivendo – aggiunge Aceto, – con l’impossibilità di incassare tributi, senza possibilità di dialogo con l’Istituzione Regionale si chiede ai Consorzi e ai suoi lavoratori di svolgere regolarmente il proprio compito facendo finta che tutto sia normale.”
Un atteggiamento, sottolinea Aceto più avanti, non solo sconveniente, ma anche dannoso per i lavoratori, ai quali non sarebbero stati corrisposti nemmeno i fondi previsti dalle leggi regionali 26/75 e 11/2003.

Gianluca Gallo respinge le accuse al mittente

Un attico che l’Assessore Regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo, respinge con decisione al mittente, accusando Coldiretti di addossare alla Regione colpe e ritardi per i quali, tutt’al più, potrebbe essere considerata corresponsabile.
Gallo ricorda infatti di essere Assessore da poco più di un anno e di non ritenere corretto sfruttare il fatto che non sia stato ancora possibile organizzare un incontro per accusare di immobilismo l’Ente Regionale, “cui sono riservati esclusivamente poteri di vigilanza e controllo” nella questione corrente.
«Quanto alle critiche in ordine alla scelta di difendersi nell’ambito del contenzioso pendente – conclude Gallo, – mi pare denotino un malcelato desiderio: attingere alle casse pubbliche senza filtri né controlli. Non verremo meno al dovere di tutelare le ragioni della collettività senza per questo sacrificare, per quanto di nostra competenza, il ruolo dei Consorzi e i diritti di migliaia di lavoratori. Per questo restiamo aperti al dialogo e al confronto, auspicando tuttavia correttezza e senso di responsabilità da parte di tutti.»

Foto: mantovauno.it

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button