ADVST
Costume e Società

A loro la parola

Di Augusta Lucilla Spagnolo

Ciò che è dozzinale, che è dato per assunto, si trasforma in qualcosa di ben poco rilevante. La quotidianità è arrivata alla sua forma patologica: se l’assunto e la pratica periodica di una data azione era leggere un articolo, ora la medesima azione assume un habitus differente frazione a uno strumento che siamo soliti sfoderare nei momenti di diletto: quello tecnologico. Conseguentemente, proprio come un disegno da ricostruire, da questa pratica, che sia l’utilizzare un oggetto tecnologico o strumentalmente basato sul web, si passa a un altro aspetto, caratterizzato dall’eclissarsi dell’uomo, che non veicola più idee e ragionamenti e, non veicolandole, non le concretizza. E, fondamentalmente, non si riconduce tutto questo a un silenzio sociale che allunga la sua ombra sulla nostra società e su noi uomini? È un processo autodiegetico: viene dall’interno ma, in quanto habitus, diventa status. E questo status è non dialogare, ma discutere su argomenti di terzi, non curarsi della propria sfera personale ma oscurità. Insomma, vi ricordate quel Grande Fratello di Orwell che concentrava la propria attenzione sulle azioni che i cittadini dei tre continenti svolgevano? Ebbene, noi non parliamo prettamente di un occhio scrupoloso, ma di una Grande Mano, che ci fa indugiare e si pone al di sopra di noi e dalla quale decidiamo di farci tirare dal colletto prima di svolgere un qualsiasi compito. Siamo sostanzialmente asserviti, le nostre opinioni sono in ginocchio, siamo un po’ schiavi, un po’ labili e un po’ pavidi. Ancora più dannosamente siamo recidivi, perciò, inserire una subordinata nel pensare di poter affrontare una difficoltà del genere è arduo, se non assolutamente impossibile.

Foto: omphalos.academy

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button