PoliticaRegione

Regionali 2021: appello ai liberi, ai giusti e ai solidali

Di Ettore Lacopo, Antonella Ierace, Rosa Principe, Simona Mulè, Alessandra Reda, Sandro Pezzi, Pietro Mari e Daniela Bellocco

Le dichiarazioni che in queste ultime settimane stanno divulgando i maggiori esponenti delle forze riformiste, a cominciare da Enrico Letta e Giuseppe Conte, per continuare con autorevoli esponenti di area centrista, sembrano voler inaugurare un nuovo corso della politica e un nuovo progetto di interpretazione dell’impegno civile.
I nuovi orizzonti prospettati da dirigenti politici di primo piano e assecondati da personalità della cultura progressista, non possono che essere considerati con interesse da chi vuole fare della propria passione civile uno strumento di crescita della gente e del territorio ove vive e risiede.
Riteniamo perciò opportuno, volendo continuare l’esperienza rivoluzionaria del Movimento Civico Tesoro Calabria, adottare l’idea di “metodo di solidarietà costruttiva” come regola di coinvolgimento di tutte le donne e gli uomini che credono nella possibilità di un cambiamento in senso riformista, basato sulle regole certe del primato delle competenze, dell’osservanza delle leggi e delle pari opportunità sociali, di coloro che non appartengono alla cultura di stampo leghista e, soprattutto, di coloro che non hanno voluto finora coinvolgersi in politica, perché ritengono i protagonisti tutti uguali e intoccabili.
Allora è decisivo parlare di regole e valori comuni, offrendo una proposta persuasiva a chi le regole e valori le intende utilizzare per cambiare il destino dei calabresi.
La prossima campagna elettorale in Calabria rappresenta l’ultimo appello che la politica, quella sana, lancia agli elettori per raccogliere e vincere tutte le sfide antiche e post Covid-19, che negli ultimi decenni hanno raggiunto il limite massimo di sofferenza collettiva a favore di privilegi per pochi.
Vogliamo promuovere la cultura della solidarietà e delle larghe intese, senza subire i conflitti tra i migliori, per restituire ai calabresi la voglia di riscatto umano e sociale.
Le difficoltà incontrate nel portare avanti una alleanza che avrebbe dovuto dimostrarsi capace di “aggregare e dare alla Calabria una nuova e diversa prospettiva dell’agire politico” e che invece si è dovuta misurare, ogni giorno di più, con personalismi, iniziative unilaterali, notizie di accordi sotto copertura, che sanno del vecchio modo di fare politica, del tutto opposte alle regioni del nostro stare insieme deve essere di insegnamento e stimolo a nuove e più aperte condivisioni.
Chiediamo a Carlo Tansi di assumere in Calabria il ruolo di primus inter pares e riprendere il percorso di dialogo con tutti coloro che hanno a cuore le sorti del governo regionale, mantenendo viva la necessità di risanare il costume politico, tenendo sempre presente l’opportunità di un reale rinnovamento di donne, uomini e metodi nelle istituzioni e, comprendendo che, se dovesse fallire il progetto Tesoro Calabria ci consegneremo, volontariamente, a una sconfitta non solo elettorale ma, inevitabilmente, anche umana.

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button