Costume e SocietàEventi

1º maggio: domani ad Africo il tradizionale corteo della CGIL


Edil Merici

Di Raffaella Centaro

Domani, domenica 1º maggio, in occasione della Festa dei Lavoratori, è in programma, ad Africo, il tradizionale corteo realizzato grazie all’attività svolta dai cittadini con la partecipazione della Confederazione Generale Italiana del Lavoro del comprensorio di Reggio Calabria – Locri. Dopo due anni di assenza a causa degli effetti del Covid-19, che hanno comportato una limitazione delle attività sociali e quotidiane, la CGIL ha infatti deciso di ripartire proprio da Africo, dando appuntamento alla comunità alle ore 10:00, presso la Camera del Lavoro, luogo di partenza e di chiusura della manifestazione. Si tratta di una marcia pacifica della collettività locale, che si aprirà con i saluti istituzionali del sindaco Domenico Modafferi, ai quali seguiranno altri interventi e si concluderà con le parole del Segretario Generale della CGIL di Reggio Calabria-Locri, Gregorio Pititto. La sfilata, che sarà accompagnata dalla banda musicale del territorio, sarà un’opportunità di espressione per tutti i cittadini, uno strumento volto a evidenziare l’importanza e la tutela dei diritti umani e una garanzia di protezione e sicurezza sul lavoro, ma rappresenterà anche un momento di riflessione, in quanto la giornata sarà dedicata alla pace nel mondo, argomento di particolare attualità nel panorama geopolitico odierno.
Ha dichiarato in merito il sindaco di Africo:

Ringrazio la CGIL per aver scelto Africo quale centro per celebrare la festa del 1º maggio, la Festa dei Lavoratori, dopo le ristrettezze dovute alla pandemia. Sono orgoglioso di poter rievocare ad Africo la Festa del Lavoro, che purtroppo in questo lembo di terra non c’è. Con la mia amministrazione abbiamo aderito alla manifestazione promossa dalla CGIL e sfileremo per le vie cittadine partendo dalla Camera del lavoro di via Toti. La mancanza di lavoro è molto avvertita dalla mia comunità, con i giovani costretti a emigrare al nord per trovare occasioni occupazionali, specie nel mondo scuola. Africo registra alti indici di spopolamento, con circa mille persone che hanno lasciato il paese dal 1989 a oggi. Un dato preoccupante, per una cittadina “aspromontana” insediata adesso lungo la costa marina della Locride. Un indice dovuto essenzialmente alla mancanza di lavoro. A risentirne sono soprattutto i giovani, che non trovano qui spazi occupazionali. Come sindaco e come Amministrazione Comunale chiediamo ai vertici nazionali e regionali che sia riconsiderata la “vertenza Africo” sul fronte occupazionale, considerato che la maggior parte della cittadinanza trovava occupazione nel settore forestale nel quale, a causa dei pensionamenti, non c’è mai stato un vero turn over. Chiediamo a viva voce che, nell’ambito del progetto del fabbisogno forestale varato da Calabria Verde, questa azienda in house della Regione riconosca ad Africo la spesa storicizzata degli operai forestali africesi. Lo chiediamo perché Africo non scompaia, non si spopoli ulteriormente, e anche perché i nostri giovani rifuggano da ogni tentazione offerta loro dalla criminalità organizzata.


YMCA

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

One Comment

  1. Complimenti alla Cgil per aver scelto Africo e al Sindaco per la tenacia nella richiesta di opportunità occupazionali e di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button