ADVST
AttualitàEnti locali

Reggio: i Centri Diurni, il Comitato sulla sicurezza, il Natura Dì, l’ambasciatrice armena e le ZTL


Edil Merici

Proseguono le attività dell’Amministrazione Comunale di Reggio Calabria, la cui giunta, guidata dal sindaco facente funzioni Paolo Brunetti, è stata impegnata nell’incontro sui Centri Diurni, nel Comitato sulla sicurezza pubblica in Prefettura, nel Natura Dì, nell’incontro istituzionale con l’ambasciatrice armena e nell’annuncio dell’istituzione delle Zone a Traffico Limitato.

Centri diurni: la Commissione politiche sociali chiede la modifica del regolamento regionale

Il futuro dei Centri diurni per minori disabili è stato al centro di una riunione della Commissione Politiche Sociali presieduta da Carmelo Romeo, che ha registrato l’audizione dell’assessore regionale al settore Tilde Minasi e la partecipazione del delegato comunale e del dirigente alle Politiche Sociali Demetrio Delfino e Francesco Barreca.
Proprio il nuovo, stringente, regolamento redatto dalla Regione, infatti, ha spinto l’organismo consiliare di Palazzo San Giorgio a raccogliere spunti utili alla risoluzione dello stallo direttamente dalla viva voce dell’esponente dell’esecutivo regionale.
In apertura, sono intervenuti l’assessore Delfino e il dirigente Barreca aggiornando il tavolo sulle attività svolte dal Comune, anche dopo un confronto coi vertici di settore della Cittadella, invocando, comunque, «la modifica del regolamento e l’aggiornamento delle tariffe in base ai contratti collettivi riducendoli di almeno il 30% rispetto agli standard nazionali.»
L’assessora Minasi ha confermato la volontà di voler cambiare un regolamento da lei stessa definito «orrido», ma che si è trovata all’atto del suo insediamento. «Chiaro che le strutture prive di autorizzazione dovranno adeguarsi alle norme – ha aggiunto – ma spero di riuscire a procedere alla stesura di un nuovo regolamento in tempi ragionevolmente ristretti». L’assessore Minasi si è, poi, detta «contrariata dalle proteste, constatata la sensibilità dimostrata da Comune e Regione impegnate a risolvere, una volta per tutte, i diversi disagi. Soluzioni e risorse non mancano» ha concluso Minasi criticando, infine, «l’iniquità della distribuzione delle risorse del fondo sociale e la circostanza che, in Calabria, esistano più strutture della Lombardia». Strutture che, secondo l’assessore regionale, «devono essere ristrutturate in un’ottica di diversificazione dei servizi.»
È seguito il dibattito con gli interventi dei consiglieri Giuseppe Sera, Giuseppe Giordano, Teresa Pensabene, Roberto Vizzari, Angela Marcianò e Demetrio Marino.
In chiusura, il presidente della commissione Romeo, nel ringraziare gli assessori Minasi e Delfino, il dirigente Barreca e i commissari intervenuti, ha ribadito «massima attenzione rispetto al problema. Nelle settimane a venire – ha affermato – saremo in costante collegamento con l’assessore Minasi per seguire ogni aggiornamento utile alla modifica del regolamento, nella speranza che questo avvenga entro la fine di dicembre così da evitare ulteriori proroghe.
«Ritengo utile e giusto – ha concluso – normare un settore che, da tantissimo tempo, aspettava un riordino. È vero pure, però, che un’azione simile andava fatta meglio anche per come affermato dal tavolo odierno. La priorità della Commissione politiche sociali, ovviamente, è quella di garantire la migliore assistenza possibile ai ragazzi e alle loro famiglie, ancor prima delle strutture stesse. Il percorso incardinato e il confronto sereno e pacato fra istituzioni ci rassicurano e ci fanno ben sperare in una soluzione positiva dell’intera vicenda.»

Risse tra giovani: svolto il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza

Si è svolto il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura alla presenza del Prefetto Massimo Mariani, dei Sindaci ff di Città metropolitana e Comune Carmelo Versace e Brunetti e dei rappresentanti delle forze dell’ordine. Al centro del vertice, fra le altre cose, anche la situazione riguardante l’ordine pubblico in città, con particolare riferimento agli episodi di risse che si sono verificati negli ultimi giorni sul lungomare e che hanno coinvolto diversi giovani.
“Quanto accaduto qualche giorno fa è qualcosa di inaccettabile – hanno commentato Brunetti e Versace – ed era fondamentale una risposta da parte delle istituzioni e delle forze dell’ordine. Risposta di cui abbiamo avuto ulteriore conferma dalle parole del Prefetto, che ringraziamo per la costante attenzione e il supporto che garantisce alle istituzioni locali. È stato ribadito l’impegno corale di tutti gli attori istituzionali nell’applicare ulteriori e più stringenti forme di controllo e monitoraggio delle aree maggiormente frequentate dai giovani, con l’obiettivo di garantire una tranquilla e ordinata frequentazione dei luoghi da parte di tutti. In questa direzione dal Prefetto e dalle forze di polizia, che ringraziamo sempre per l’instancabile opera che svolgono ogni giorno sul territorio, abbiamo ricevuto ampie rassicurazioni circa l’ulteriore sforzo che gli operatori metteranno in atto, anche attraverso controlli e interventi mirati. Ai giovani rinnoviamo l’appello a vivere con serenità il periodo estivo. Veniamo da anni difficili e comprendiamo la voglia di riconquistare spazi e socialità, ma la violenza non può mai essere accettata.”
I fatti accaduti negli ultimi due anni sono stati un campanello d’allarme in particolare per chi si occupa di educazione. Per questo, evidenza l’assessore comunale alle Politiche giovanili Giuggi Palmenta, «il percorso avviato dalle alleanze educative deve adesso essere ampliato. Quanto accade ogni giorno ci impone, e lo dico non solo in veste istituzionale ma anche come educatrice e insegnante, prima ancora di dare risposte di fare le giuste domande ai giovani. Nel dialogo con le agenzie educative e il terzo settore devono entrare i giovani. Non basta parlare di e per i giovani. Occorre dialogare e confrontarsi anche con i giovani. Ecco perché nelle prossime settimane avvieremo un dialogo per rafforzare la rete delle alleanze educative a cui invitiamo a partecipare i giovani, che porti a proposte concrete, a scelte di percorsi condivisi con i giovani protagonisti, mettendo in campo azioni che possano agevolare e riqualificare gli spazi abitati da loro. La sfida che ci aspetta non è facile ma occorre progettare per progettarsi, per alimentare la speranza, per non dimenticare cosa voglia dire sognare e così poter alimentare il loro essere visionari. Molte volte, quando si parla di giovani, si menziona la parola Futuro. Ma non basta. Prima del futuro, quando si parla di giovani si deve pronunciare la parola presente.»
In questa direzione l’amministrazione comunale ha avviato alcuni progetti specifici quali Giovani fermenti per il bene comune attraverso cui è prevista la realizzazione di un centro di aggregazione giovanile e un polo creativo in due locali confiscati e Largo ai giovani. In questo contesto, inoltre, è stato anche avviato un dialogo con l’ufficio di Pastorale giovanile dell’arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova.

Natura dì: una giornata per l’ambiente della Federazione Nazionale dei Maestri del Lavoro

La Federazione Nazionale dei Maestri del Lavoro ha proposto per il secondo anno, ai suoi associati l’iniziativa Natura Dì – una giornata per l’ambiente per sensibilizzare la Famiglia Magistrale in favore dell’ambiente e della sua sostenibilità. Nell’occasione 14mila Maestre e Maestri in cento capoluoghi di provincia di tutta Italia hanno offerto il loro contributo per rendere un luogo della propria città più pulito, più vivibile, restituendolo poi alla comunità più bello di prima, tramite la propria azione volontaria e gratuita.
Il luogo scelto per Reggio Calabria, in accordo con il Settore Ambiente del Comune che ha rilasciato le relative autorizzazioni necessarie a svolgere l’attività in sicurezza, è stato quello di Piazza Castello, per un’attività di pulizia che è stata distribuita su più giorni, tra il 23 e il 30 luglio, appunto per consentire ai partecipanti di bonificare tutta la zona e ripristinare il decoro sullo spazio successivamente riconsegnato alla collettività.
Il Settore Ambiente, attraverso la responsabile del procedimento Stefania Buccafurri, ha mantenuto i collegamenti con la partecipata del comune Castore e con l’impresa Tekno Service, affinché tutto procedesse secondo il programma prefissato con la consegna dei bustoni e degli attrezzi a inizio attività e, successivamente, con il recupero dei bustoni pieni alla fine, in modo da lasciare i luoghi perfettamente puliti.
Sono stati interessati al Progetto il Sindaco ff Brunetti con delega all’Ambiente e il Delegato all’Arredo Urbano Consigliere Massimiliano Merenda, che hanno apprezzato quanto realizzato dai Maestri, ringraziando tutti i partecipanti alla meritoria iniziativa e impegnandosi a proseguire come Amministrazione Comunale interventi risolutivi per la manutenzione necessaria al mantenimento dei luoghi.
«Un doveroso ringraziamento – si legge in una nota – è dovuto ai Maestri che hanno prestato la loro opera. Oltre al Console Metropolitano Nicola Morabito, che ha coordinato l’attività, hanno dato il loro contributo i Maestri Giuseppe Germanò, Antonio Giofrè, Alfonso Minuto, Adele Scopelliti con il marito Umberto Gira, che ha collaborato con gli amici Maestri, Lorenzo Scordino e Antonino Zampaglione.
“Insieme all’Amministrazione Comunale – scrivono i Maestri del Lavoro – sentiamo il dovere di sensibilizzare prima di tutto i giovani che si incontrano in questo meraviglioso angolo di città, magari per festeggiare i loro momenti, a utilizzare i cestini di raccolta esistenti nella zona per raccogliere le bottiglie di vetro, evitando di lanciarle contro il perimetro del Castello dove si frantumano e ne diventa quindi difficile il recupero.
“Una maggiore attenzione si chiede ai cittadini che in quest’area portano gli animali domestici per la passeggiata – scrivono ancora i Maestri – a non lasciare bustine abbandonate con le deiezioni ma di depositarle nei cestini esistenti nell’area. Ecco quindi che Natura Dì diviene un’occasione per essere utili alla comunità interpretando così i valori della Stella al Merito del Lavoro, opportunità che consente di mantenere alto il concetto di esempio, convinti come siamo dell’efficacia e del valore dell’azione svolta sia come Maestri sia come Federazione, per una testimonianza sociale che bene si conforma allo spirito di servizio che caratterizza la Famiglia Magistrale.

L’ambasciatrice della Repubblica armena ricevuta a Palazzo San Giorgio

I sindaci ff di Comune e Città Metropolitana Brunetti e Versace, accompagnati dalla presidente dell’VIII commissione consiliare Pari opportunità, pace, diritti umani, relazioni internazionali e immigrazione Teresa Pensabene e dall’assessore Lucia Nucera, hanno ricevuto l’ambasciatrice della Repubblica d’Armenia in Italia, Tsonivar Hambardzumyan. Nel corso dell’incontro, tenutosi nella sala Italo Falcomatà di Palazzo San Giorgio, si è approfondita la situazione della comunità armena residente nel comprensorio reggino, ben integrata nel tessuto economico e sociale e apprezzata per la sua operosità e laboriosità.
«La città di Reggio Calabria – è stato ricordato – vanta lunghi e ottimi rapporti con la popolazione dell’ex repubblica sovietica e, ogni anno, celebra l’anniversario del genocidio armeno avvenuto all’inizio del secolo scorso
Per i sindaci ff “è stato un onore poter incontrare l’alta rappresentante di Erevan, capitale dello Stato armeno, e rinnovare i reciproci sentimenti di pace e amicizia che uniscono i nostri popoli.”
L’ambasciatrice Hambardzumyan, per la prima volta in Calabria, ha sottolineato «il forte legame che unisce le due comunità», auspicando «l’intensificarsi di rapporti culturali, economici e turistici fra due Paesi con molte cose in comune.»
Per la presidente dell’VIII commissione Pensabene, l’occasione ha ufficialmente sancito l’unione fra Reggio Calabria ed Erevan: «Si rinsaldano i legami di solidarietà e vicinanza al popolo armeno, affermato ogni 24 aprile col ricordo del genocidio del popolo armeno commesso dai giovani turchi durante la loro ascesa al potere. Sono tantissimi gli armeni insediatisi nella nostra area metropolitana – ha detto – e, per questo motivo, cercheremo di attivare rapporti di tipo culturale, economico e turistico come impegno formalmente assunto dal Comune e riconosciuto dall’ambasciatrice con il suo saluto a Palazzo San Giorgio.»

Dall’8 agosto al 30 settembre istituite le ZTL

A partire dall’8 agosto e fino al prossimo 30 settembre sarà istituita la ZTL in diverse vie della città, consultabili scaricando il relativo allegato dal portale istituzionale. Per questo motivo, la limitazione alla circolazione viaria sarà operativa dalle ore 20:00 alle ore 02:00 del giorno successivo.
Le strade interessate dall’ordinanza del settore comunale alla Polizia Municipale e Viabilità saranno riconoscibili dall’installazione di apposita segnaletica verticale.
La circolazione nelle ZTL, ovviamente, sarà consentita ai veicoli di polizia e di soccorso, oltre che ai residenti. Questi ultimi, potranno richiedere il relativo permesso al transito presso l’Ufficio Tecnico del Traffico della Caserma Macheda-Marino di via Aldo Moro, 18.
Ulteriori informazioni in merito al provvedimento potranno essere richieste, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 13:00, contattando i seguenti numeri telefonici: 0965 36228560965 3622853.
Maggiori informazioni sono reperibili sul portale istituzionale dell’Ente.


Gedac

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button