Costume e Società

La filatelia tematica

Di Frana

La filatelia tematica consiste nel collezionare, ordinare e presentare francobolli e altri pezzi filatelici selezionati in base al soggetto o al motivo di emissione degli stessi e non in base al paese emittente o al servizio postale cui si riferiscono. Molti collezionisti di francobolli hanno cominciato mettendo insieme i francobolli di tutto il mondo, o di alcuni paesi come Italia, San Marino e Vaticano e poi hanno continuato andando a ritroso nel tempo per completare le loro collezioni con le emissioni del passato. Tutto funziona sino a quando non si arriva ai francobolli difficili da trovare o troppo costosi per il budget personale; a questo punto l’album finisce per presentare quei tragici vuoti che appaiono come dei costosi buchi neri…
Una collezione tematica è, in un certo senso, sempre completa in quanto presenta ciò che il suo autore ha messo insieme e ordinato sino a quel momento, dandole un senso compiuto. Le nuove emissioni e le scoperte più o meno casuali di altro materiale permettono di fare crescere continuamente la collezione.Guardiamo il francobollo emesso dall’Italia nel 1981 per il centenario dell’Accademia militare di Livorno riportato poco più sotto: vediamo un veliero, un sestante, un marinaio; e quindi soggetti come le navi, la scienza, le uniformi, Amerigo Vespucci (il nome dell’imbarcazione)… Da osservazioni come questa, molti collezionisti tematici hanno preso lo spunto per riunire i francobolli aventi qualcosa in comune nell’illustrazione, nel motivo dell’emissione, negli elementi legati al servizio postale (ad esempio tipo di trasporto, tariffa per categorie particolari di utenza). Essi hanno così realizzato una collezione creativa, senza porre limiti alla fantasia e alla ricerca, sempre alla continua scoperta di cose nuove. Da disporre in modo logico per sviluppare la collezione, dando a essa il taglio e l’ampiezza che loro stessi hanno scelto.

La collezione tematica è basata sullo sviluppo di un tema, cioè di un’idea del collezionista, a cui piace e che ha scelto liberamente. I temi sono naturalmente innumerevoli, dal cinema allo sport, dalla natura ai trasporti, dalla storia all’arte.

Molti collezionisti partono da un’idea legata a un loro interesse personale, dalle corse automobilistiche all’astronomia, alla loro professione, come il computer o la medicina, a un loro ideale, come la protezione dell’ambiente o l’Unità dell’Europa, a un loro hobby, come la pesca o il calcio, la musica o il jogging, i fumetti o il giardinaggio… Scegliendo un argomento già familiare si parte con una notevole serie di informazioni a disposizione, che si riveleranno molto utili per selezionare il materiale e organizzare la collezione. È invece rischioso scegliere un tema solo perché è collezionato da altri, perché di moda o perché è suggerito da un amico.

La scelta del tema è la decisione più impegnativa. Se il tema scelto si rivela troppo ampio è sempre possibile restringerlo: dagli sport della palla si può passare al calcio, al basket o dal baseball alla pallavolo, al tennis.

Analogamente occorre cambiare un tema che si dimostra alimentato da pochissimo materiale, in quanto non offre sufficienti motivi di interesse. Una volta presa una decisione è meglio non cambiarla, per evitare spreco di tempo e danaro. Per lo stesso motivo, è meglio impostare una collezione alla volta, passando alla successiva dopo che quella si cui si sta lavorando sia ben consolidata. Man mano che si acquisisce materiale e si approfondiscono le conoscenze il collezionista è portato a dare forme sempre diverse al suo lavoro; una collezione tematica non è né noiosa né statica! I temi più popolari, in generale, sono quelli legati alla natura (animali, piante, protezione dell’ambiente),

all’arte (pittura, scultura, architettura, musica, teatro, letteratura e così via),

alla storia dei vari periodi e popoli,

alle organizzazioni internazionali (Unione Europea, Nazioni Unite, Unione Postale Universale, Croce Rossa e via discorrendo),

allo sport (Olimpiadi, calcio, ciclismo, sport invernali e simili),

 ai trasporti (aerei, navi, automobili, motociclette, biciclette, treni e così via),

allo spazio, scienza e tecnica (energia, costruzioni, comunicazioni, chimica, fisica, medicina e via discorrendo),

 alle religioni,

 agli scout o ai giochi (come gli scacchi).

l numero di pezzi disponibili per sviluppare un tema permette di fare belle collezioni su argomenti più specifici; ad esempio per gli animali, ai quali sono stati dedicati diverse migliaia di francobolli, si può scegliere il cane, il cavallo, l’elefante, il bue, le farfalle, le api, gli uccelli e i pesci.

Sovente lo sviluppo è portato avanti secondo una visione del tema più articolata, che si estende, in modo trasversale, ad altri temi, mettendo insieme gli elementi comuni. Una collezione su vite e vino, altro tema popolare, prende in considerazione le piante, l’agricoltura, i commerci… sino all’artigianato, che in certi paesi ha prodotto fantastici bicchieri.
Non c’è limite alla creatività del collezionista: si sono viste collezioni sui preservativi e sui seni, sulla simmetria e sull’al di là!

Foto di copertina: marcoferrara.blog

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button