ADVST
Enti localiPoliticaRegione

Chimera elezioni: il voto per Regione e Comuni slitta all’autunno

L’andamento della pandemia da Covid-19 preoccupa il Governo. Lo dimostra non solo l’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio Mario Draghi, che ha inasprito di molto le norme anticovid fino a dopo a Pasqua, ma anche la decisione, ufficializzata ieri sera, di far slittare il ritorno alle urne a una data compresa tra il 15 settembre e il 15 ottobre.
Una vera e propria tegola per gli Enti Locali pronti al rinnovo dell’esecutivo comunale (o che attendono con ansia in ritorno alle urne dopo un periodo di commissariamento, come la nostra Siderno), ma anche per la Regione Calabria, che vede così allungarsi il periodo di reggenza del Presidente facente funzione Nino Spirlì e di una Giunta Regionale ufficialmente dichiarata decaduta dopo la prematura scomparsa di Jole Santelli.

Carlo Tansi: “Democrazia lesa”

Una situazione, aveva commentato l’esponente della lista Tesoro Calabria Carlo Tansi quando mancava ancora l’ufficialità, “diventata assolutamente intollerabile, sotto il profilo costituzionale e politico”.
Per l’ex Capo della Protezione Civile regionale, infatti, si può comprendere lo slittamento della data del ritorno alle urne per l’emergenza sanitaria legata alla pandemia, ma fissare la data oltre la fine della primavera costituisce “un oltraggio alle più elementari regole di gestione della cosa pubblica. Non può infatti sfuggire, al Governo Draghi – continua Tansi, -che la proroga del regime di ordinaria amministrazione in capo a un Esecutivo decaduto a causa della morte del precedente governatore eletto penalizza oltremodo la regione più povera d’Italia. Che non può programmare né utilizzare le risorse del Recovery Fund e pianificare ogni altra attività finalizzata allo sviluppo socio-economico e alla salvaguardia di un territorio martoriato dal dissesto idrogeologico, dall’inquinamento ambientale e da una rete infrastrutturale assolutamente inadeguata alle esigenze di mobilità e sicurezza interna.”
È caduto dunque nel vuoto l’auspicio di Tansi che Draghi potesse fissare una data più prossima nell’interesse di una Regione che ha urgenza che vangano ripristinate “le regole di gestione democratica garantite dalla Costituzione.”

Nicola Irto: “Moltiplicheremo l’impegno”

Gli ha fatto eco, nella serata di ieri, il candidato a presidente della Regione per il Partito Democratico Nicola Irto, che si sente in dovere di rispettare le decisioni del Governo, ma non può non sottolineare che questa sia una pessima notizia per una Calabria che deve restituire al più presto ai cittadini una Giunta Regionale legittimata democraticamente.
“Moltiplicheremo l’impegno e gli sforzi nei prossimi mesi sul piano politico e istituzionale – prosegue Irto, – perché i cittadini calabresi hanno bisogno di punti di riferimento veri in un momento decisivo per il futuro, nel quale bisognerà vigilare sull’operato di chi sta governando la Regione e occorrerà soprattutto elaborare, come già stiamo facendo, proposte concrete sui temi della sanità, del Recovery Plan, delle aspettative degli Enti Locali, della crisi delle imprese, delle difficoltà delle famiglie e dei giovani, delle persone fragili, per quel diritto al futuro che la nostra Calabria non può più attendere oltre. La pandemia, la crisi economica e sociale che vivono anche i calabresi, richiedono scelte politiche forti e condivise con i territori e le comunità, gli Enti, le organizzazioni.”
Tutte azioni, conclude l’esponente dem, che l’attuale esecutivo non può svolgere in maniera adeguata.

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button