ADVST
Costume e SocietàLetteratura

Verdeazzurro Locrese

Di Luisa Ranieri

Oggi un canto alla maniera
degli antichi
per te sciogliere voglio,
o mia assolata Locri

ed al tuo azzurro scintillante mare
che i pensieri dilata
e poi dissolve
nell’incantata stasi
d’uno strano tempo
che eternamente passa
per poi tornare uguale

Cantare voglio pure
il tuo cangiante verde
che in estate oro diventa
nell’assordante sinfonia delle cicale

Nelle tue strade nomi gloriosi
d’altro tempo e d’ altra storia
parlano, ormai lontani

Lontani, sennonché
nella cura dei vivi col trasìti
detto sull’uscio della porta aperta
e nella cura dei morti al Camposanto
ancor li puoi trovare

Al Camposanto dove tra le pietre
giacciono i corpi di chi un dì è partito
sognando poi di ritornare
come di chi non se ne è andato mai
e il desolato istante di chi è morto
ammazzato
nella barbarie d’oggi
che l’uomo contro l’uomo spinge
per un pugno di soldi avvelenato.

Tratto da In forma di parole
Franco Pancallo Editore, 2009

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button