Costume e Società

Il Caffè Letterario “Mario La Cava”: una realtà culturale tutta da scoprire

Un punto di riferimento per l’intera Locride, ma non solo. Il Caffè Letterario Mario La Cava di Bovalino e le iniziative a esso collegate rappresentano ormai una realtà culturale consolidata. L’11 agosto 2010 la prima iniziativa come Caffè Letterario: più di dieci anni di intensa attività culturale che sono stati festeggiati proprio la scorsa estate a Bovalino e che hanno portato alla realizzazione di eventi di enorme successo.

La quarta edizione del Premio Letterario Mario La Cava

Dedicato allo scrittore di opere come I fatti di Casignana, Le memorie del vecchio maresciallo, Caratteri, Il matrimonio di Caterina,il Premio Letterario Mario La Cava – organizzato dal Comune di Bovalino in collaborazione con il Caffè Letterario – è arrivato ormai al suo quarto anno di vita e ha visto, nel corso del tempo, la partecipazione di personaggi di caratura elevatissima: Walter Pedullà, Raffaele Nigro, Raffaele La Capria, Goffredo Fofi, Anna Melato, Cinzia Leone e tanti altri tra scrittori, studiosi, giornalisti e artisti.
Neanche il Covid-19, in questi difficili mesi per l’Italia e per il mondo, è riuscito a fermare le attività del Caffè: i suoi componenti, attraverso incontri in streaming, hanno selezionato e scelto l’opera vincitrice del 2020.
È la scrittrice Donatella Di Pietrantonio (autrice de L’Arminuta, romanzo vincitore del Premio Campiello 2017) con Borgo sud (Einaudi) ad aver vinto la quarta edizione. Allo storico, scrittore e saggista Piero Bevilacqua è stato assegnato, invece, il premio speciale La Melagrana.
Due scrittori che, attraverso le loro opere, hanno dimostrato di essere vicini allo stile di La Cava, riuscendo così ad aggiudicarsi gli ambiti riconoscimenti, che negli anni precedenti sono sono stati assegnati a Claudio Magris, Maria Pia Ammirati, Nadia Terranova (Premio Letterario); Raffaele Nigro, Raffaele La Capria, Walter Pedullà (Premio speciale La Melagrana).
Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente del Caffè Letterario, Domenico Calabria: «Nonostante le difficoltà oggettive, si è riusciti a mantenere la continuità e la qualità del premio. Donatella Di Pietrantonio, – spiega il presidente – con la sua scrittura dal timbro unico, come sottolineano i critici, con la forza dei suoi personaggi, con storie semplici e affascinanti, è una delle più autorevoli voci del panorama letterario». Il Premio speciale a Piero Bevilacqua «uno dei massimi esperti di problematiche meridionali, è il riconoscimento a uno dei più importanti intellettuali del nostro Paese».

Il Caffè Letterario: una realtà tutta da scoprire

Nata come una piccola realtà culturale nel cuore della Locride, l’associazione è riuscita a radicarsi sul territorio arrivando a oltrepassare i confini regionali. Gli scritti di La Cava hanno attirato anche l’attenzione di studiosi internazionali, il professore francese Erik Pesenti Rossi, ad esempio, si è interessato ai Caratteri e ne ha curato la traduzione in francese.

Un luogo dove l’arte viene celebrata in tutte le sue forme

Il Caffè Letterario Mario La Cava è un presidio di cultura che per Bovalino e per la Calabria, negli anni, ha fatto e continua a fare tantissimo, attraverso i numerosi eventi organizzati presso la sede in Corso Umberto I. A farne parte appassionati di libri e non solo: prima che scoppiasse l’emergenza sanitaria, quasi ogni settimana, le serate al Caffè si animavano con eventi musicali e teatrali, mostre d’arte e fotografiche, oltre che presentazioni di libri.
Una realtà che non si fa solo promotrice della Cultura in generale, ma che è capace di unire persone di ogni età. Il piano terra dell’abitazione della famiglia La Cava è divenuto, negli anni, il punto di ritrovo per appassionati cultori della lettura, della musica, dell’arte, che prima della pandemia avevano la possibilità di confrontarsi attraverso incontri aperti a tutti.
«Il Covid-19 – fa sapere l’Associazione – ha causato una battuta d’arresto delle iniziative culturali, ma il nostro impegno sul territorio tornerà al più presto con maggiore impegno e passione, quando la situazione epidemiologica lo consentirà, per tante serate all’insegna della Cultura!»
Intanto al Caffè – «una realtà in continua espansione», che si dice «pronta ad accogliere quanti vorranno farne parte» – da qualche giorno si è ufficialmente aperta la campagna di tesseramento 2021. Tutti avranno, dunque, l’opportunità di diventare soci e, allo stesso tempo, di sostenere attivamente una realtà culturale che opera con impegno e dedizione nel cuore della Locride nel nome di un grande scrittore, dando lustro a Bovalino e all’intera Calabria.

Mariateresa Ripolo

Nata nel 1993, si laurea nel 2015 in Scienze della Comunicazione all’Unical. Prima di specializzarsi in “Informazione, editoria e giornalismo” a Roma Tre, trascorre un periodo di studi all’Università di Castilla la Mancha, in Spagna, dove ha l’opportunità di imparare la lingua e di visitare gran parte della penisola iberica. Ama i viaggi, l’arte e i libri. Con il sogno di diventare giornalista sin da bambina, è sempre più convinta che l’informazione e la cultura siano le armi più potenti per cambiare il mondo.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button