ADVST
Costume e SocietàSpettacolo

Maria Lascala: la truccatrice del Festival di Sanremo viene da Bianco

Non saranno solo i fiori di Sanremo, quest’anno, a colorare il palco del Teatro Ariston ma, a dare delle sfumature in più, ci penserà anche il pennello di una make-up artist della Locride. Maria Lascala, nota estetista di Bianco, approderà infatti alla 71ª edizione del Festival come truccatrice ufficiale. Un’emozione che arriva, dopo il lontano 2008, per la seconda volta nella sua carriera.
«Sono molto emozionata di partecipare a un Sanremo che rimarrà nella storia e io, con orgoglio e soddisfazione, lo potrò raccontare, un giorno, magari ai miei nipoti».
Sono queste le dichiarazioni di Maria a poche ore dall’inizio di questa sua nuova avventura. Una gioia che sarà possibile assaporare con un gusto ancora più intenso. Una soddisfazione tanto attesa quanto grande, poiché sarà accompagnata da una maggiore gratificazione rispetto a quella dell’esperienza precedente. A causa delle restrizioni per via del Covid-19, infatti, l’edizione 2021 del Festival, ai nastri di partenza questa sera, rispetterà un rigoroso protocollo di sicurezza tale per cui il numero dei truccatori selezionati sarà, per la prima volta, ridotto soltanto a quattro unità. E così, grazie all’esperienza nel settore del make-up, il talento di Maria è stato uno dei prescelti.
La professionista sarà dunque l’unica truccatrice calabrese che metterà a servizio dei protagonisti le proprie capacità, la sola ad aver l’onore e il privilegio di rappresentare la sua terra in ogni tono di colore che utilizzerà. Per lei il make-up è moda, ma deve saper essere anche arte, architettura e, molte volte, illusione ottica.
Con oltre 30 anni di esperienza, Maria Lascala, innovatrice di stile, dirige da tempo e con successo un centro estetico a Bianco. Lì i clienti possono usufruire non solo dei servizi di trucco personalizzato, ma anche di moderni trattamenti avanzati.
«Non smetto mai di studiare, sono un’affamata del sapere. Mi piace stare vicino ai medici estetici e collaborare anche con loro. Il mio centro ha delle macchine strepitose e studio tantissimo prima di decidere quale acquistare. Lo faccio perché voglio i risultati, e i risultati non si fermano soltanto con l’acquisto di una Ferrari, ma derivano anche dalla capacità di guidarla» afferma Maria, che con il suo impegno e la sua voglia di crescere non ha mai smesso di credere in quello che fa. È questa la chiave che fa del suo un lavoro di successo. Credere per poi saper trasmettere il proprio credo, credere per poi saper conquistare fiducia, farsi non solo riconoscere, ma scegliere in mezzo a tanti altri.
«Lavoro con prodotti davvero molto importanti, affinché diano dei risultati eccellenti. Io credo che la mia categoria dovrebbe essere più tutelata, credo che debba essere riconosciuta come una professione vera e propria.»
E senza alcun dubbio la vetrina di Sanremo valorizzerà le competenze di Maria e le darà un’ulteriore opportunità di accrescimento delle sue ambizioni. Il Festival della Canzone Italiana sarà di certo un trampolino che le permetterà di raggiungere traguardi sempre più importanti.

Carmen Nicita

Nata sotto un gelido freddo di febbraio. Pungente, a volte, tanto quanto quell'aria invernale. Testarda. Solitaria. Taciturna. Ama perdersi nei dettagli, anche quelli apparentemente più insignificanti. Quelli che in silenzio, in un piccolo angolo in disparte, sperano ancora di poter esser notati da qualcuno. Ama rifugiarsi nella scrittura, poiché è l'unica in grado di osservare ogni minima cosa. La sola in grado di conoscerla fino in fondo.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button