ADVST
Costume e Società

Due chiese di Siderno custodiranno le reliquie dei Santi Sergio ed Erasmo martiri

Dalla Cancelleria Vescovile della Diocesi di Locri-Gerace

Oggi, giorno 24 marzo 2021, alla presenza del Vicario generale, il Reverendo Sacerdote Pietro Romeo, con mandato di Sua Eccellenza Monsignor Francesco Oliva e dei sacerdoti Lorenzo Santoro, Cancelliere Vescovile, Giuseppe Depace, Parroco di Santa Maria dell’Arco in Siderno, Giuseppe Alfano, Parroco di San Nicola di Bari in Siderno e i signori Antonio Oppedisano, Fabio Luciotti, Matteo Gioberti e Davide Pezzano, si è proceduto alla ricognizione canonica delle reliquie conservate in un antico reliquiario della Parrocchia di San Nicola di Bari.
Rotti i sigilli si è constato lo stato di conservazione delle reliquie ex ossibus dei Santi Sergio ed Erasmo martiri, compatroni della città di Siderno. Dallo stesso reliquiario sono stati prelevati alcuni frammenti ossei e sono stati collocati in due nuovi reliquiari di forma ovale con basso rilievo della Beata Vergine Immacolata, patrona della Diocesi di Locri-Gerace, sigillato con nastro rosso e ceralacca. Tali reliquie, così confezionate e la cui autenticità è confermata dalla dichiarazione del Vescovo Diocesano, verranno depositate sotto l’altare della chiesa Santa Maria dell’Arco in Siderno e sotto l’altare di San Nicola di Bari, chiesa madre di Siderno, durante il rito di dedicazione.

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button