ADVST
AttualitàRegione

“Riapri Calabria II”, ammessi più di 4mila beneficiari

Dall’Ufficio Stampa Giunta Regionale

Sono 4.039 le microimprese e i professionisti calabresi colpiti dalla crisi che potranno beneficiare del contributo una tantum previsto nell’ambito dell’avviso Riapri Calabria II edizione-bis.
Lo rende noto l’assessorato allo Sviluppo economico, guidato da Fausto Orsomarso.
«Un bando – prosegue la nota, – voluto dalla Regione Calabria per ampliare la platea di imprese di piccole dimensioni a cui rivolgere gli aiuti per far fronte alla grave sofferenza connessa all’emergenza epidemiologica e alle misure di contenimento.”

Le domande ammesse

“A seguito delle attività istruttorie e di valutazione, svolte rispettivamente da Fincalabra Spa e dall’apposita commissione – viene specificato, – il Dipartimento Lavoro, Sviluppo Economico, Attività Produttive e Turismo, con decreto 3.477 del 2 aprile 2021, ha pubblicato l’elenco delle domande che risultano ammissibili (allegato A), delle 628 istanze ritenute non ammissibili (allegato B) e delle 6 rinunce (allegato C).”

«Un risultato importante»

«Una spinta – dichiara Orsomarso, – a resistere alla crisi per oltre 4mila microimprese e professionisti, in attesa che tutte le realtà produttive della Calabria possano finalmente rialzarsi e ripartire. Con questa misura abbiamo voluto far arrivare le risorse a nostra disposizione a diverse migliaia di realtà produttive calabresi, favorendo la più ampia diffusione degli aiuti sul territorio, attraverso l’inserimento tra i beneficiari delle attività rimaste fuori dalle precedenti fasi.
“Si tratta – aggiunge l’assessore, – di un risultato importante che testimonia sia lo sforzo in termini di riorganizzazione amministrativa (per rimuovere le diverse complessità che, solitamente, accompagnano queste procedure) sia l’attenta programmazione degli interventi, rispondente alle istanze dei vari settori, orientata alla massimizzazione dell’impatto sul tessuto produttivo e proiettata alla stagione di rilancio della nostra economia.
“Le imprese richiedenti l’aiuto a valere sull’avviso, le cui istanze siano state ritenute non ammissibili/non ricevibili dalla commissione di valutazione – è la conclusione, – potranno inviare una mail di Posta Elettronica Certificata all’indirizzo riapricalabria.fincalabra@pec.it con motivata istanza di revisione in autotutela entro il termine di 7 giorni a decorrere dalla pubblicazione del decreto sul portale Calabria Europa.”
Cliccando qui è possibile accedere alla pagina dedicata all’intervento e consultare il decreto e gli elenchi.

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button