ADVST
Attualità

La libertà è un dono che va meritato

La libertà è come l’aria. La libertà è aria. È un respiro profondo. È un respiro che ti salva la vita mentre ti senti soffocare. La libertà è aria. Perché senza l’aria non si vivrebbe. Ma senza libertà, si vivrebbe ancor peggio di senza aria. Se la libertà avesse una data d’inizio, risalirebbe senza alcun dubbio al lontano 25 Aprile del 1945. 76 lunghissimi anni dalla Liberazione dal nazifascismo in Italia. È grazie a quella lotta che si posero le basi di una nuova democrazia, fondata su una Costituzione ricca di valori e di futuro. Un futuro che si dovrebbe proteggere sempre. Che si dovrebbe tutelare come la cosa più preziosa di cui si è in possesso. Perché il futuro è libertà. E senza libertà, non ci sarà mai realmente futuro. 76 lunghissimi anni, che non bastano, ma soprattutto non devono far mai dimenticare la Resistenza di quegli anni. Perché se c’è un solo dovere è quello di tener vivi quegli ideali e quei valori che ci sono stati donati. Un patrimonio che non può esser dato per scontato, perché in realtà non lo è. Perché ogni dono va meritato. E questo merito si dovrebbe dimostrarlo giorno dopo giorno, nella vita quotidiana. E c’è solo un modo per dimostrarlo, praticarlo e riaffermarlo. È solo così che si è in grado di impedire qualsiasi ritorno al passato. È solo non dimenticando, è solo conoscendo la storia, che quella violenza su cui si basava il regime fascista non può farci più paura. È solo così che non può tornare oggi. Ma non perché l’odio non esista più, non perché non ci sia, ma soltanto perché non gli si da lo spazio di esserci. E il 25 Aprile deve essere sempre una festa. Un momento in cui la gioia della Liberazione si trasformi nella consapevolezza dei diritti e dei doveri della vita democratica, secondo l’insegnamento della Costituzione. Il dovere della memoria nasce quando si comprende l’importanza di ricordare per far sì che il genocidio di milioni di persone non possa più ripetersi.
La memoria rende liberi. La memoria è libertà. È aria. Ed è vita.

Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre.
Primo Levi

Foto: cortiledeigentili.com

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button