Attualità

Dalila Nesci: «Prosegua il confronto sul nuovo ospedale di Vibo Valentia»

Dall’Ufficio Stampa Dalila Nesci – Sottosegretaria per il Sud e la coesione territoriale

«Dopo la prima riunione di giugno, prontamente tenuta dal Prefetto Roberta Lulli subito dopo il suo insediamento, auspico che venga riconvocato il tavolo tecnico in merito alla realizzazione del nuovo ospedale di Vibo Valentia». Lo dichiara la Sottosegretaria per il Sud e la Coesione territoriale Dalila Nesci condividendo l’appello lanciato dai consiglieri comunali vibonesi Marco Miceli e Giuseppe Policaro: «È necessario proseguire con il confronto già avviato in Prefettura. Il progetto del nuovo ospedale di Vibo – aggiunge – è stato approvato ormai da anni dagli organismi nazionali e locali, con adeguati finanziamenti e un piano di opere complementari già realizzato. La nuova struttura ospedaliera è essenziale per garantire al bacino di utenza dei presidii sanitari adeguati ed è parte di una più ampia strategia di rilancio della sanità calabrese che dobbiamo portare avanti. Per questo ora è necessario aggiornare il confronto tra i soggetti coinvolti per concludere i lavori del nuovo ospedale di Vibo Valentia. Avendo seguito la vicenda già da molti anni, come rappresentate del Governo sul territorio, mi rendo disponibile a partecipare al tavolo. È necessario che ciascuno faccia la propria parte – conclude Nesci – per risolvere le criticità esistenti e assicurare l’efficienza del sistema sanitario in Calabria.»

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button