ADVST
Costume e Società

Internet e la politica: un rapporto che deve ancora trovare il giusto equilibrio

Di Chiara Galluzzo

Venerdì scorso, a Locri, si è tenuto il terzo seminario di studio Direzione di Viaggio… per affrontare nuove sfide, organizzato dal circolo territoriale di Gioventù Nazionale e dal dipartimento cultura di Fratelli d’Italia di Locri, con lo scopo di ritornare a una politica che non utilizzi come massima espressione soltanto il web, ma che sappia sfruttare anche altre forme di comunicazione per poter affrontare nuovi programmi. Il convegno è stato aperto dal presidente delle federazione provinciale di Gioventù Nazionale di Reggio Calabria Giovanni Puro, che ha voluto sottolineare l’importanza di queste riunioni soprattutto tra giovani. In seguito, a relazionare su questo tema, è intervenuto Giovanni Scarfò, responsabile del dipartimento cultura del circolo territoriale di Fratelli d’Italia Locri, ponendo come punto di partenza del suo discorso la domanda: “Serve un partito o basta la rete?”. In un mondo in cui internet è la porta d’accesso a ogni argomento, molti politici si affidano esclusivamente al web, in modo da fare più visualizzazioni e like, altri ancora non hanno ben capito come possa essere sfruttata questa piattaforma online insieme alle altre forme di propaganda. Infatti, un potere quale la politica, non potrà mai trovare la sua massima espressione attraverso un post sui social network, ma bisogna insistere affinché forme di espressione del pensiero come la politica non si facciano influenzare a dismisura dal mondo dei social, lasciandosi trasportare dall’impulsività di chiunque legga e portando così l’ideologia ferma e compatta di un politico a svanire a causa delle influenze esterne. La parola è dunque passata a Francesco Carbone, esperto in comunicazione e titolare dell’azienda ComuniKal. Quest’ultimo ha mostrato ai presenti alcune slide attraverso le quali ha illustrato la storia di internet dalla nascita ai nostri giorni. Dopo diversi esempi, come quello delle campagne elettorali dei diversi Presidenti degli Stati Uniti, che hanno fatto propaganda quasi esclusivamente sui social (ignorando invece del tutto la stampa), i giovani partecipanti hanno concluso affermando che l’esercizio esclusivo della politica su internet è rischioso, ma bisogna invece porsi dei limiti. Già in elaborazione un quarto seminario di studio che possa continuare a trattare questi temi.

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button