AttualitàEnti locali

Ultime da Reggio: nuovi lavori sulle strade, il Fondo Unico per lo Spettacolo e il corso di Sicurezza


Edil Merici

Prosegue l’attività dell’Amministrazione Comunale di Reggio Calabria, la cui la giunta, coordinata dal sindaco facente funzioni Paolo Brunetti, continua a essere impegnata sul fronte della viabilità e degli eventi utili a migliorare sicurezza e vivibilità del centro. Ecco i dettagli di quanto realizzato nelle ultime ore.

Avviati i lavori per il nuovo manto stradale in Via Padova

Prosegue speditamente, a Reggio Calabria, il cronoprogramma dei lavori per il rifacimento dei principali assi viari cittadini. Dopo il completamento della via Cantaffio, nel quartiere di Sbarre, nei giorni scorsi sono stati avviati i lavori per la riqualificazione complessiva del manto stradale in via Padova, altra arteria molto trafficata della zona sud di Reggio Calabria.
L’Assessore ai Lavori Pubblici Rocco Albanese, insieme ad alcuni consiglieri comunali, ha seguito direttamente le operazioni di cantiere, verificando personalmente l’avanzare dei lavori con il supporto dei tecnici del Settore, Claudio Brandi e Eleonora Megale che, insieme al Direttore dei Lavori, stanno seguendo gli interventi.
«Si tratta di una strada molto importante – ha spiegato Albanese a margine del sopralluogo – in quanto percorsa quotidianamente da migliaia di cittadini: non solo dai residenti, ma da tutti coloro che si trovano ad accedere agli uffici pubblici, alle tante attività commerciali o alle strutture sportive presenti in quella zona.»

Martedì lo sblocco del cantiere di Piazza Garibaldi

«Martedì prossimo, insieme alla Sovrintendenza, verrà consegnata l’area di Piazza Garibaldi alla ditta incaricata di riqualificare e definire un nuovo snodo culturale cittadino». L’assessore alla Cultura del Comune di Reggio Calabria Irene Calabrò, parla «dell’imminente sblocco del cantiere che seguirà diversi step.»
L’intervento, come ha spiegato la stessa Assessore è condiviso con il Settore Lavori Pubblici del Comune coordinato dall’indirizzo dell’Assessore Rocco Albanese.
«In una prima fase – ha spiegato Calabrò – verrà ripristinato il manto stradale nella porzione ritenuta di minor pregio e priva di elementi archeologici di rilievo.»
«Successivamente – ha concluso Calabrò – si interverrà nella parte dello scavo più interessante sotto l’aspetto storico, archeologico e culturale».

Fondo Unico per lo Spettacolo, 950 mila euro al Comune

Via libera, dalla giunta comunale, allo Schema di accordo di programma fra il Ministero della Cultura e il Comune per i progetti di attività a carattere professionale nel campo dello spettacolo dal vivo. L’intesa, sostenuta dall’Assessore Calabrò, porterà, nelle casse di Palazzo San Giorgio, circa 950mila euro attraverso i finanziamenti previsti dal Fondo Unico per lo Spettacolo, risorse che «serviranno a organizzare eventi d’animazione nelle aree periferiche della città sulla base di progetti selezionati tramite un bando pubblico predisposto dal Comune». Così, Calabrò, si è detta «molto soddisfatta per un importante obiettivo raggiunto dall’Amministrazione che, in questa maniera, potrà valorizzare il patrimonio culturale delle periferie.»
Un intervento che, dalle parole della delegata di giunta, «svela un doppio risvolto positivo in termini culturali e di inclusione sociale». Ma è, ancora, un altro elemento che, a parere della delegata di giunta, «rende merito a un accordo che afferma e tutela i diritti dei lavoratori.»
«Essendo rivolto a determinate categorie di soggetti ammessi – ha spiegato – vale a dire agli organismi professionali operanti nel settore da almeno tre anni, in regola col versamento dei contributi al fondo pensionistico per i lavoratori dello spettacolo e agli organismi già finanziati dal Fondo Unico Spettacolo, garantisce e rispetta i livelli occupazionali dei contratti di categoria.»
«Una volta approvato l’accordo di programma che individua le linee di azione di intervento e i beneficiari – ha aggiunto l’Assessore Calabrò – verrà pubblicato una manifestazione d’interesse per l’acquisizione dei progetti che dovranno essere realizzati e effettuati entro il 31 dicembre prossimo.»
L’assessore, in conclusione, ha sottolineato l’azione del Ministero della Cultura che «abbraccia le periferie e va incontro all’hinterland della nostra città attraverso un’animazione innovativa dal punto di vista delle ricadute sociali ed economiche per il territorio.»

Un corso di alta formazione su sicurezza e omicidio stradale

L’Assessore alla Polizia Municipale Giuggi Palmenta ha preso parte all’avvio dei lavori del Corso di alta formazione per la Polizia giudiziaria promosso dal Comando di Polizia Locale di Reggio Calabria, che ha visto coinvolti agenti provenienti da ogni parte del territorio calabrese.
Insieme al comandante Salvatore Zucco, hanno relazionato, di fronte alla platea del centro civico di Ravagnese, Franco Morizio, membro del Consiglio d’Amministrazione e responsabile della sezione Polizia Locale dell’Accademia di Scienze forensi, e Luciano Garofano, generale di brigata dei Carabinieri, già comandante del Reparto Investigazioni Scientifiche di Parma.
Per l’assessora Palmenta si è trattato di «un importante momento formativo che ha coinvolto oltre 170 agenti. Per questo – ha aggiunto – mi sento di dovere ringraziare il comandante Salvatore Zucco e tutto il corpo del nostro Comando per aver dato vita a un evento formativo e informativo di alta qualità». Una qualità ben rappresentata, secondo la delegata alla Sicurezza di Palazzo San Giorgio, dal maggiore Garofano e dal professore Morizio, che «hanno aiutato ad approfondire quelli che sono i temi specifici del dell’omicidio stradale.»
Il Comandante della Polizia Locale Salvatore Zucco ha parlato di «un’occasione che non potevamo farci sfuggire. L’Accademia di Scienze Forensi – ha spiegato – ha scelto Reggio Calabria per presentare questo corso di alta formazione che interessa le nostre specifiche competenze in materia di incidente stradale, ma non solo. Grande rilevanza, infatti, hanno occupato tutti i temi di polizia giudiziaria anche con tecniche specialistiche in materia di intervento sulla scena del crimine.
«È un corso molto importante – ha ribadito il Comandante Zucco – che qualifica il personale della Polizia locale di Reggio Calabria. Ovviamente, è stato aperto a tutte le Polizie locali che hanno inteso aderire all’iniziativa. Infatti abbiamo avuto oltre 170 adesioni e ciò rappresenta bene il successo ottenuto, soprattutto, per la straordinaria qualità delle materie e dei relatori che sono tra i principali specialisti, in Italia, per quanto riguarda gli argomenti trattati.»
Anche il sindaco ff Brunetti ha voluto sottolineare «il percorso molto importante intrapreso dagli uomini e dalle donne del nostro Comando di Viale Aldo Moro. La formazione – ha aggiunto – in un campo in evoluzione costante, diventa fondamentale nella comprensione e nella gestione delle situazioni più complesse e, in particolar modo, della scena del crimine. L’aggiornamento costante, quindi, è una necessità ancor prima che un dovere, perché è sinonimo di prontezza pratica, oltre che teorica. Bisogna, infatti, tenere sempre in considerazione il continuo mutamento delle tecniche e delle tecnologie di indagine. Il nostro ringraziamento – ha concluso Brunetti – va, dunque, al professore Morizio e al Generale Garofano per l’importantissimo contributo offerto alle nostre forze di Polizia Locale e al Comandante Zucco, che ha seguito e guidato ogni minimo aspetto di questa delicata iniziativa.»


“Birra”

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button