ADVST
Attualità

“Le politiche industriali tornino ad esse centrali nell’agenda regionale”


Edil Merici

Dalla Segreteria regionale della CGIL

L’estate, la pandemia, la guerra in Ucraina e la campagna elettorale per le prossime elezioni politiche non aiutano, anzi trascurano i dati della decrescita del settore metalmeccanico calabrese che rischia di acuire la propria crisi con conseguenti perdite occupazionali che la nostra Regione non può permettersi.
Così come denunciato, nelle ultime ore, dalla Categoria Regionale della nostra Confederazione, tra i Tavoli settoriali di confronto che avrebbero dovuto essere promossi dal Presidente Roberto Occhiuto non risulta essere stato convocato quello relativo alle politiche industriali necessario non solo a porre un argine alle crisi aziendali di settore che stanno determinando licenziamenti, ma anche per costruire una prospettiva seria di programmazione delle politiche industriali indirizzando le stesse a un utilizzo delle ingenti risorse comunitarie, a partire dal Piano Nazione di Ripresa e Resilienza per promuovere uno Sviluppo sostenibile sotto gli aspetti economici, produttivi, energetici, della digitalizzazione, dell’innovazione tecnologica e per creare concrete opportunità occupazionali.
Pertanto rivendichiamo la necessità e l’urgenza della convocazione del Tavolo sulle Politiche Industriali e rivolgiamo tale istanza all’impegno dell’intero Governo Regionale, in considerazione dell’importanza del settore contestualizzato nel complessivo Programma di Sviluppo, Lavoro e Legalità della Calabria.
Così come auspichiamo che le problematiche del Mezzogiorno e quindi anche della Calabria, unitamente alle potenzialità per il suo sviluppo debbano avere un chiaro indirizzo a partire dalle Politiche Industriali e  trovare un’adeguata trattazione e impegno nei programmi elettorali per le prossime elezioni politiche.

Foto: manifestosardo.org


GRF

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button