ADVST
Attualità

Gioiosa Ionica: furto e atti vandalici alla scuola dell’infanzia “Limina”

“Abbiamo constatato dei danneggiamenti alle vetrate degli infissi della Scuola per l’infanzia Limina. Dal sopralluogo effettuato stamattina con la Dirigente e i Carabinieri, si è potuto inoltre verificare che sono stati rubati dei giocattoli, qualche attrezzatura e dei prodotti per la pulizia dei locali”. È quanto dichiara sulla propria pagina Facebook il sindaco di Gioiosa Ionica Salvatore Fuda, che prosegue condannando senza remore l’accaduto:
“Un gesto davvero inqualificabile! Da tempo oramai a Gioiosa Ionica non si registravano atti di vandalismo contro una scuola – prosegue infatti il sindaco. – È segno, purtroppo, che nella nostra comunità c’è un malessere. Probabilmente non tutti i nostri giovani e i nostri ragazzi sanno distinguere il bene dal male.
“Costoro vanno individuati, messi di fronte alle loro responsabilità di cittadini e aiutati a comprendere che le cose del mondo devono andare verso un’altra direzione, verso il rispetto delle regole e del bene comune.
“Chiederemo alla Polizia Municipale e alle Forze dell’Ordine di darci una mano.
“Lanciare pietre contro una scuola dell’infanzia e sottrarre beni non sono condotte ammissibili.
“È una questione che riguarda tutti noi, tutta la comunità educante: istituzioni, famiglie, scuola, associazioni, comunità religiose e via discorrendo.
“Dobbiamo insistere – conclude il primo cittadno. – Il cambiamento non può fermarsi!”

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button