ADVST
Attualità

Presentato un Disegno di Legge per evitare lo spopolamento dei piccoli Comuni

Contrastare lo spopolamento e favorire l’insediamento nei comuni con meno di 5.000 abitanti all’insegna dello sviluppo sostenibile, della manutenzione del territorio, della buona occupazione e della tutela del paesaggio e del patrimonio culturale della Penisola. È l’obiettivo del Disegno di Legge presentato dal senatore del Partito Democratico Gianni Pittella, Capogruppo in Commissione Finanze, e sottoscritto dai colleghi Dem Alessandro Alfieri, Bruno Astorre, Laura Boldrini, Tommaso Cerno, Monica Cirinnà, Stefano Collina, Luciano D’Alfonso, Andrea Ferrazzi, Francesco Giacobbe, Vanna Iori, Mauro Laus, Roberta Pinotti, Tatjana Rojc, Dario Stefàno, Mino Taricco, Valeria Valente e Vito Vattuone.
«Lo spopolamento dei piccoli Comuni, che spesso si trovano nelle aree rurali e interne e lo spostamento nei centri urbani – spiega Pittella, – è all’origine di fenomeni quali disastri ambientali, inquinamento, dissesto idrogeologico, consumo di suolo, spreco di risorse. Per perseguire lo sviluppo sostenibile a livello ambientale, sociale ed economico è quindi proficuo incentivare l’insediamento di nuovi residenti nelle comunità con meno di 5.000 abitanti. Il nostro Disegno di Legge prevede una serie di incentivi al trasferimento e all’avvio di nuove attività. Chi si trasferisce e deciderà di rimanere per almeno 5 anni potrà godere di un corposo abbattimento delle imposte; se acquisterà una casa o un negozio godrà di una consistente riduzione delle imposte di registro catastali e ipotecarie, che vengono fissate a 200 Euro; potrà accedere alla concessione di mutui agevolati a tasso zero per l’avvio di nuove attività e avrà una riduzione dell’Imposta Eegionale sulle Attività Produttive per 5 anni. I datori di lavoro che assumeranno chi si trasferisce potranno godere di uno sgravo contributivo del 30% per 3 anni. Viene inoltre istituito un fondo presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con una dotazione di 100 milioni di Euro a decorrere dall’anno 2022, per il cofinanziamento degli interventi regionali finalizzati a incentivare l’insediamento di nuovi residenti nei piccoli comuni, attraverso il sostegno alle famiglie e all’avvio di nuove attività produttive legate all’agricoltura, all’artigianato e al commercio. Infine, il disegno di legge affronta una delle problematiche maggiori che i piccoli comuni si trovano ad affrontare, la continuità amministrativa, prevedendo la possibilità del terzo mandato per i sindaci dei Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, eliminando il limite massimo dei due mandati consecutivi.»

Foto: corrieredellacalabria.it

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Check Also
Close
Back to top button