Costume e Società

Corte d’Appello di Reggio Calabria: siglato il protocollo sulle Pari Opportunità

Dalla Corte d’Appello di Reggio Calabria

È stato ufficialmente siglato un importante e innovativo Protocollo d’intesa sulle Pari Opportunità tra gli Uffici Giudiziari e i Consigli Oridinistici dell’Avvocatura del Distretto della Corte d’Appello di Reggio Calabria.
Su iniziativa promossa dal Comitato Pari Opportunità presso il Consiglio Giudiziario di Reggio Calabria, con la partecipazione dei Comitati Pari Opportunità presso i Consigli degli Ordini di Reggio Calabria, Palmi e Locri, in ragione dei ruoli loro attribuiti e delle rispettive competenze, al termine di un sinergico lavoro di gruppo, si è sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato a ogni azione utile per promuovere le pari opportunità fra tutti coloro che operano nel campo della giustizia; riconoscendo infatti la centralità del tema della conciliazione tra vita professionale e vita famigliare nell’organizzazione lavorativa di donne e uomini e affermando la necessità di collaborare per favorire la corretta applicazione della normativa antidiscriminatoria nell’esercizio delle rispettive funzioni, con la previsione di condotte e atteggiamenti funzionali alla tutela delle persone fragili, di quelle in stato di gravidanza, della condizione di maternità e di paternità ai fini della realizzazione dei principi di parità, le parti firmatarie hanno proficuamente condiviso l’esigenza di intervenire a livello Distrettuale, al fine di assicurare un’effettiva tutela nell’ottica di una reale parità organizzativa delle attività giudiziarie e dell’esercizio della professione forense, prediligendo l’uso di un linguaggio inclusivo e rispettoso del genere ed evitando formulazioni che possano essere interpretate come discriminatorie o degradanti.Fatto salvo il principio dell’applicazione delle norme di legge, il protocollo siglato è da intendere come linea guida che le parti si impegnano a promuovere e divulgare, nell’osservanza dei rispettivi ruoli e a ogni livello di competenza, per favorirne l’adozione, con l’auspicio che la Magistratura, l’Avvocatura, il Personale di Cancelleria, dell’Ufficio Notifiche Esecuzione Protesti e dell’Ufficio per l’Esecuzione Penale Esterna, possano adottare nelle comunicazioni anche verbali e negli atti giudiziari formulazioni linguistiche, anche in forme impersonali e/o collettive che non escludano o discriminino le persone di un sesso rispetto a quelle dell’altro e, ove possibile, utilizzino la forma maschile e femminile e comunque idonea al ruolo professionale o istituzionale dell’interlocutore e dell’interlocutrice.Particolare soddisfazione per il lavoro portato avanti, peraltro uno tra i primi modelli a livello distrettuale in materia, da parte del  gruppo lavoro che ha dato tangibile dimostrazione di come, in un momento storico particolarmente complicato per il pianeta giustizia, il lavoro sinergico e propositivo tra Magistratura, Avvocatura e Uffici amministrativi possa garantire importanti risultati con conseguenti positive ricadute nei confronti dei cittadini, e con il fermo proposito di continuare sulla strada intrapresa con nuove iniziative.

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button