Enti localiPolitica

Domenico Barranca: «I sidernesi premieranno lungimiranza e ambizione»

Dalla Segreteria Barranca Sindaco

Aveva ricevuto il sostegno personale di Giovanni Toti, il candidato Sindaco di Siderno, Domenico Barranca. Seppur supportato da ben cinque liste di candidati, non è riuscito a superare il 50% di preferenze. Tuttavia, di fronte alla competizione a due che lo attende in contrapposizione alla candidata della coalizione di centrosinistra, Barranca si dice fiducioso sul risultato finale e sulla conquista della carica di Sindaco di Siderno.
«Sono pronto, ancora una volta, a misurarmi nel confronto politico, forte di un progetto e di un’idea che vuole guardare lontano per Siderno e i suoi cittadini – afferma Barranca – Sono certo che adesso, superata la frammentazione politica determinata dalla presenza di ben 5 candidati a Sindaco, la gente di Siderno farà sintesi rispetto alla bontà della nostra proposta politica, fondata su un programma lungimirante, ambizioso e competitivo, e altrettanto rafforzata dalla presenza di persone, giovani, uomini, donne di Siderno, professionisti, che hanno scelto di condividere un progetto volto a risollevare, anzi rivoluzionare il ruolo di Siderno, come comune capofila della Locride.
«Vogliamo andare oltre i vecchi metodi della politica – afferma Barranca – lo abbiamo proclamato durante la prima fase di campagna elettorale, lo ribadiamo oggi, nel momento in cui c’è il bisogno di serrare le fila per dar vita a un nuovo corso che dia slancio e vigore a una comunità che non può e non deve restare passiva davanti ai fallimenti della politica, come l’abbiamo vissuta e subita fino a oggi, ma si deve sentire responsabile, chiamata in prima persona per determinare quel cambiamento che noi vogliamo rappresentare e che tantissimi desiderano.
«La squadra che mi ha affiancato in questa campagna elettorale – commenta Domenico Barranca – ha dato il meglio di sé, in termini sia personali sia politici. Non è stata scelta gente a caso. Ma sulla base di competenze, passioni, professionalità che ognuno ha messo a disposizione della collettività. È ancora tutto da decidere – ricorda il candidato a Sindaco del centrodestra a Siderno – e la bandiera con la quale abbiamo deciso di presentarci è quella di una volontà comune, di un entusiasmo che intendiamo offrire a questa città, perché ritrovi il proprio ruolo e la propria funzione in un territorio finora relegato a confine o, ancora peggio, frontiera.
«Una condizione che non ci sta più bene ma, per affermare le nostre idee, i nostri progetti, per poter realizzare il nostro programma, abbiamo bisogno di un risveglio dei sidernesi, di tutti i sidernesi, chiedendo loro una prova di fiducia e di condivisione del nostro programma politico. Un sostegno che ci consenta di avviare un percorso nuovo, per cancellare definitivamente dal nostro territorio e dalla nostra casa comunale, i vecchi metodi e gli arnesi superati della politica. Modernità, competitività, progresso, non si conquistano con le parole, restando ancorati a vecchie ideologie ormai superate e sconfitte dal tempo. Abbiamo deciso di cambiare la politica, il modo di agire dentro l’Amministrazione cittadina e intendiamo farlo – evidenzia – così come abbiamo dimostrato con la definizione delle liste, attraverso gente nuova, preparata, competente e forte di un’esperienza professionale consolidata.
«Noi ci crediamo» conclude Barranca, già impegnato nella breve campagna elettorale per il ballottaggio di metà ottobre, forte del supporto anche del vicepresidente di Coraggio Italia, Giovanni Toti.

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button