ADVST
AttualitàCittà Metropolitana

Ultime dalla Metrocity: la SP105 a Brancaleone, Castore, Melicuccà, il Mandala e il Jova Beach Party


Edil Merici

Proseguono le attività della Città Metropolitana di Reggio Calabria, la cui giunta, guidata dal sindaco facente funzioni Carmelo Versace, ha annunciato l’iter dei lavori di rifacimento della Strada Provinciale 105 a Brancaleone, l’avvio della fase operativa della collaborazione tra Metrocity e Castore, le misure di tutela della salute adottate in concomitanza con l’apertura del sito di stoccaggio rifiuti di Melicuccà, l’arrivo del Mandala buddhista a Palazzo Alvaro e gli eventi organizzati dalla Metrocity che completeranno l’esperienza del Jova Beach Party.

In corso il rifacimento della SP105 in contrada Pressocito a Brancaleone

Prosegue il programma di messa in sicurezza ed efficientamento della rete delle strade della Città Metropolitana messo in campo dal Settore Viabilità su indirizzo del sindaco ff Versace, anche nella sua qualità di Delegato alla Viabilità.
Dopo la storica apertura del ponte di Contrada Drosi a Rizziconi, opera attesa praticamente da un decennio, gli interventi del Settore in queste ore si stanno concentrando sul versante jonico, nello specifico sulla SP105 in Contrada Pressocito nel comune di Brancaleone.
Sono in fase di completamento infatti, a opera del settore viabilità coordinato dal Dirigente Lorenzo Benestare e con il supporto del responsabile tecnico dell’area ionica Tito Misefari, i lavori che riguardano il rifacimento profondo delle pavimentazioni stradali e comprendono il miglioramento del deflusso delle acque di piattaforma e la posa in opera della segnaletica orizzontale e verticale.
Nello stesso comune di Brancaleone – si legge in una nota di Palazzo Alvaro – grazie anche alla proficua collaborazione attivata con il sindaco Silvestro Garoffolo, saranno posti a gara i lavori per quanto concerne la manutenzione straordinaria della SP65 che collega il borgo dell’area ionica ai comuni di Staiti e Bruzzano. Sempre sulla SP65, stavolta all’interno del comune di Bruzzano, in collaborazione con il Sindaco Giuseppe Antonio Cuzzola, sta per essere approvato il progetto esecutivo per la manutenzione straordinaria di un tratto di strada che collega Bruzzano ad Africo.
«Con soddisfazione rendiamo noto un altro importante passo in avanti nel percorso di efficientamento della rete stradale metropolitana nelle sue principali arterie viarie – ha commentato il sindaco ff Versace – la collaborazione con i Comuni dell’intero comprensorio e la condivisione delle scelte in questo ambito, entrambi obiettivi metodologici che appartengono al programma di mandato del sindaco Falcomatà, stanno producendo importanti frutti in materia di efficientamento della viabilità, in particolare in vista di questo periodo estivo dove le nostre strade sono percorse non solo dai cittadini residenti, ma anche da tanti turisti attratti dalle bellezze del nostro territorio. Dopo l’intervento sul ponte Drosi ci spostiamo sul versante ionico con alcuni importanti lavori che riguardano il comprensorio di Brancaleone e dei centri limitrofi di Staiti e Bruzzano, un comprensorio che storicamente soffre di difficoltà legate alla funzionalità del reticolato viario e sul quale stiamo intervenendo con alcuni sensibili migliorativi.»

Metrocity-Castore, via alla fase operativa

Si è tenuto a Palazzo Alvaro un vertice fra il sindaco metropolitano ff Versace, il direttore generale Umberto Nucara, i dirigenti dell’Ente ed il management di Castore servizi pubblici locali, società detenuta al 49% dalla Città Metropolitana. Entra nel vivo, dunque, la fase operativa che vedrà l’azienda di via Eremo Condera, nel corso dei prossimi mesi, occuparsi dei vari servizi garantiti dalla MetroCity.
Al termine del confronto il sindaco ff ha parlato di «una riunione molto importante» sottolineando come «si sia trattato del primo passo verso la stesura delle linee guida che, qualche anno fa, erano state indicate nei programmi dell’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà.
«Oggi – ha affermato Versace – quelle idee trovano pienezza e valore perché, adesso, inizia il cammino tanto auspicato verso una maggiore tranquillità delle maestranze alle dipendenze di Castore e si afferma il progetto di crescita delle società partecipate della Città Metropolitana.
«A breve – ha concluso l’inquilino di Palazzo Alvaro – seguiranno nuovi appuntamenti col management della società e con l’amministratore delegato Stefano Sofi utili, soprattutto, a mettere in campo i servizi che Castore svolgerà per conto della Città Metropolitana.»

Rifiuti, firmata la convenzione con ARPACal per il monitoraggio dell’impianto di Melicuccà

È stata firmata la convenzione con l’Agenzia Regionale Protezione Ambientale Calabria per l’avvio dell’attività di monitoraggio sull’impianto di Melicuccà. Un passaggio considerato centrale nell’ambito della strategia che la Città metropolitana di Reggio Calabria sta portando avanti per il settore rifiuti e che era stato già ampiamente previsto prima in Conferenza metropolitana e poi in Consiglio, quale atto di indirizzo condiviso dall’assemblea di Palazzo Alvaro.
A darne notizia è lo stesso consigliere metropolitano delegato al Ciclo integrato dei rifiuti Salvatore Fuda, il quale ribadisce ancora una volta che «tutta l’attività si sta svolgendo secondo criteri di massima sicurezza che vanno ben al di sopra degli standard richiesti per impianti di questo tipo, poiché l’obiettivo è quello di condurre tutto il processo nel miglior modo possibile. Dispiace che fino ad oggi – evidenzia Fuda – non si sia parlato del vecchio impianto che era già esistente mentre oggi, nel momento in cui viene avviata una seria e rigorosa attività di bonifica, la stessa struttura diventa oggetto di discussione pubblica. Ciò in effetti è qualcosa di paradossale poiché in passato nulla è stato detto rispetto a un sito che in precedenza presentava condizioni di rischio e di criticità. Rischi che, tuttavia, non hanno determinato nel tempo alcuna condizione di inquinamento nei confronti del territorio, dunque non si capisce perché adesso il nuovo impianto, che è realizzato secondo i più moderni standard e che viene utilizzato solo come sito di stoccaggio per rifiuti che sono imballati e messi in sicurezza, debba rappresentare una minaccia per l’ambiente.»
Il monitoraggio condotto dall’ARPACal «per un intero anno sarà seguito da vicino dallo stesso Ente metropolitano – assicura il consigliere Fuda, – con l’obiettivo di osservare con grande attenzione tutte le evidenze e le indicazioni che da tale lavoro emergeranno. La Città metropolitana, sin dall’inizio di questa vicenda, ha agito con grande senso di responsabilità, ponendo al centro di tutto la tutela della salute dei cittadini e la sicurezza dell’ambiente. Lo dimostra ampiamente il fatto che l’Ente si sia preso tutto il tempo necessario prima di compiere ogni passo, operando nel quadro di una strategia complessiva che guarda alla normalizzazione e alla sostenibilità dell’intero ciclo integrato dei rifiuti. Questo lavoro che la Metrocity sta conducendo, è bene ricordarlo sempre, determina un ingente risparmio di risorse pubbliche grazie al mancato conferimento fuori regione, che incide in modo pesante sulle casse dei Comuni. Adesso – conclude Fuda – occorre che tutti gli attori istituzionali e anche la cittadinanza facciano la loro parte. A cominciare dai territori e dai cittadini, affinché rafforzino l’impegno sul fronte della differenziata che rimane sempre la stella polare da seguire per rendere funzionale ed efficiente il settore rifiuti. Ma è necessario anche un approccio diverso a tale problematica ragionando in forma coesa, come comunità, poiché solo così riusciremo a restituire normalità ad un settore delicatissimo da cui dipendono il benessere e la qualità della vita di tutte le comunità del territorio metropolitano di Reggio Calabria.»

A Palazzo Alvaro i colori del Mandala della tradizione buddhista

Palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana di Reggio Calabria, si colora con i variopinti motivi del Mandala, simbolo spirituale della tradizione buddhista che fino venerdì 5 agosto sarà realizzato all’interno della Sala Boccioni dai monaci del Monastero di Gaden Jangtse Tsawa Khangtsen per diffondere e preservare le tradizioni del popolo tibetano.
Il Mandala di sabbia è una forma d’arte sacra creata dai monaci buddhisti del Tibet che lo realizzano utilizzando milioni di granelli di sabbia colorata. Secondo la tradizione buddhista ogni Mandala è fatto con l’intento di creare un’opera d’arte, che genera la compassione in chi la vede, contribuendo così a porre fine alla sofferenza per tutti gli esseri.
L’opera è caratterizzata da complicati e dattagliatissimi motivi che riprendono figure animali reali e fantastiche, esseri umani e simboli tibetani. Per la realizzazione del disegno vengono utilizzati milioni di granelli di sabbia macinati in precedenza da pietre più grosse, setacciati in diverse dimensioni e poi colorati. Prima di iniziare il lavoro, il piano che ospita il Mandala viene consacrato e purificato, insieme alla sabbia e agli strumenti da utilizzare, come l’imbuto di metallo tibetano conosciuto come Chang-bu.
Dopo l’affascinante cerimonia di apertura, cui ha preso parte anche il sindaco ff Versace, i monaci sono al lavoro, in queste ore, per costruire il progetto artistico spirituale, fino a venerdì 5 agosto alle ore 17:00 quando è prevista la cerimonia di dissoluzione, che sarà aperta al pubblico.
La cerimonia finale prevede, come da tradizione, che i monaci cancellino il Mandala di sabbia appena concluso. Un’opera d’arte di grande valore si trasformerà quindi in un mucchietto di sabbia colorata, come metafora dell’impermanenza, concetto centrale dello spiritualismo buddhista, per il quale tutte le cose, per quanto belle e importanti, possono essere spazzate via e quindi non devono generare attaccamento neanche da parte di chi le ha costruite. Al termine della cerimonia le sabbie del Mandala saranno riversate in dei piccoli sacchetti ed offerte alle persone presenti.
Accogliendo i monaci a Palazzo Alvaro, il sindaco ff Versace si è detto «affascinato dall’arte che riescono a produrre. Un’attività che ospitiamo volentieri – ha affermato Versace – e che costituisce un’ulteriore ricchezza per il nostro Palazzo, da sempre sede di iniziative culturali e attività che riguardano l’arte o, come in questo caso, forme di meditazione tradizionale molto suggestive da vedere. L’invito ai cittadini è quindi quello di visitare questa bella esperienza di contaminazione culturale, nello spirito del dialogo e della comprensione reciproca, di filosofie solo apparentemente lontane dal nostro stile di vita, ma in realtà capaci di suscitare una profonda riflessione anche sulla nostra comunità e sulle sue abitudini quotidiane.»

La Metrocity abbraccia il Jova Beach Party

La Città Metropolitana è partner del Jova Beach Party. L’Ente di Palazzo Alvaro ha sottoscritto un accordo nelle scorse settimane che punta alla promozione del territorio nell’ambito degli spettacoli organizzati da Lorenzo Jovanotti che dall’inizio dello scorso mese di luglio stanno attraversando le spiagge italiane.
L’evento di Roccella Jonica, previsto per il prossimo 12 e 13 agosto, segnerà il culmine della collaborazione attivata, attraverso una serie di messaggi di marketing territoriale che la Trident Music, il circuito del Jova Beach Party e lo stesso artista proporranno al vastissimo pubblico di affezionati che segue i concerti nelle varie spiagge d’Italia coinvolte dai concerti.
La Città Metropolitana di Reggio Calabria è infatti l’unico ente territoriale presente sull’applicazione del Jova Beach Party, con una pagina dedicata che conduce i visitatori attraverso gli itinerari turistici più significativi e attrattivi del territorio metropolitano.
Inoltre, il video promozionale del territorio metropolitano dal titolo Reggio Calabria: Anima autentica, lanciato sul web pochi mesi fa, sta già attraversando le spiagge di tutta Italia dove il Jova Beach Party si sta svolgendo già dallo scorso 2 luglio, invitando i fan e gli appassionati che stanno assistendo agli eventi promossi da Trident Music a visitare il territorio della Città Metropolitana di Reggio Calabria e scoprirne le ricchezze e gli itinerari proposti.
La promozione del territorio sarà poi intensificata a ridosso dell’evento di Roccella, attraverso una serie di interventi promozionali sulla rete che inviteranno i fan dell’artista a visitare i luoghi di interesse dell’intero comprensorio metropolitano.
E proprio in prossimità dei concerti del 12 e 13 agosto alcune notifiche trasmesse a migliaia di ammiratori informeranno sui percorsi e le esperienze di valore da associare al Jova Beach sul territorio metropolitano, richiamando l’attenzione del pubblico sul 50º anniversario dal ritrovamento dei Bronzi di Riace, custoditi presso il Museo di Reggio Calabria, e sul ricco cartellone di eventi culturali, ludici, musicali, promossi nell’occasione dalla Città Metropolitana su tutto il territorio.
«Una collaborazione di straordinario valore – ha spiegato il sindaco ff Versace – che abbiamo voluto attivare in occasione del Jova Beach Party che anche per questa sua seconda edizione tornerà sulle spiagge della nostra costa ionica. La presenza di un artista di fama mondiale come Lorenzo Jovanotti, come già accaduto qualche mese fa per la registrazione di un suo videoclip a Scilla e Gerace, rappresenta certamente un valore aggiunto per il nostro territorio, trasformando gli eventi musicali in una vetrina mondiale e consentendoci di raggiungere un pubblico vastissimo e potenzialmente interessato a scoprire le tante bellezze del nostro territorio.»


Gedac

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button