ADVST
Costume e Società

Vivere con valori solidi nella società liquida

Di Mariachiara Pia Puro – 5ªA-SU, Licei Mazzini di Locri

A inizio secolo si colloca quel processo di modernizzazione e digitalizzazione da cui, ora più che mai, ci sentiamo travolti, a causa della tragica situazione pandemica che stiamo affrontando. La società odierna è caratterizzata da un rapporto conflittuale tra l’essere e l’apparire, attraverso il quale va sviluppandosi un eccessivo individualismo ai danni della comunità. Il sociologo Zygmunt Bauman definì questo fenomeno e la società in cui siamo immersi società liquida, dal momento che il consumo, che non ha più lo scopo di soddisfare un preciso bisogno, diventa un’incessante rincorsa della novità e della modernità, a loro volta in continua evoluzione, perdendosi, però, in una sfuggente liquidità. Ma… come vivere con valori solidi nella società liquida? Innanzi tutto è fondamentale comprendere che ci troviamo appunto in una condizione di incertezza esistenziale; bisogna partire dalla consapevolezza che alla base della società liquida c’è un disagio dell’uomo, disagio che deriva dalla crisi dell’identità, che oggi non è più stabile, ma diventa essa stessa oggetto di consumo.
Al giorno d’oggi, dunque, l’uomo sarebbe consumatore e consumato al tempo stesso. Come già detto, si pensa più all’apparire che all’essere, considerandolo magari un requisito necessario per manifestare un’appartenenza a una certa cerchia, con la quale si condividono passioni, interessi, idee. Spesso, per fare ciò, si attua una forma di omologazione, con cui l’individuo non esprime a pieno la sua vera identità. L’uomo, però, attraverso questa sorta di fame bulimica di modernità e di continuo cambiamento, in questa continua corsa verso l’appartenenza manifesta una delle sue più grandi paure: la solitudine. Questo preciso momento storico potrebbe avere, in futuro, sia risvolti positivi sia negativi per il superamento di questa fase. Risvolti negativi in quanto l’uomo, costretto a modificare le proprie abitudini e a limitare le relazioni umane, spaventato da quell’idea di solitudine, si sta chiudendo ancora di più in quell’infinito spazio che è Internet, rendendo ancora più sottile il confine tra la vita reale e quella online. Potrebbe avere, però, anche conseguenze positive, in quanto ora che tutto è fermo, l’uomo, forse, ha la possibilità di riflettere di più sull’importanza delle ore, dei minuti e dei secondi, senza abbandonarsi alla fugacità dell’attimo. Ha l’opportunità di dare di nuovo valore agli occhi, sui quali stiamo imparando ora a focalizzarci nuovamente, ai rapporti reali e a chi ci è vicino, in modo non scontato. Spero che così, appigliandosi ai valori veri, ai valori solidi, gli uomini riescano ad attraversare e superare la crisi con uno sguardo al passato e un piede nel futuro.

Foto: studiamo.it

Mariachiara Pia Puro

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button