ADVST
Costume e Società

Il Dantedì e le memorie di un poeta immortale

Di Margherita e Sirya Zucco – 3ª A-ES e 5ª B-SU, Licei Mazzini di Locri

“Nel mezzo del cammin di nostra vita…” è così che il padre della nostra amata letteratura dà inizio al suo celeberrimo viaggio, descritto in quella che viene riconosciuta come la sua più grande opera: la Divina Commedia. Il suo cammino spirituale, intrapreso all’età di 35 anni, assume un significato simbolico molto profondo: il raggiungimento della contemplazione di Dio, con l’aiuto di tre guide che sono state fondamentali per il suo percorso letterario: Virgilio (poeta latino e simbolo della ragione), Beatrice (la donna-angelo della tradizione stilnovistica, amata da Dante durante la gioventù) e San Bernardo. Il poema è diviso in tre cantiche: Inferno, Purgatorio e Paradiso. Viene considerata un’ipotesi il fatto che il viaggio dantesco si sia compiuto durante l’equinozio di primavera, nonostante questo sia confermato nel Canto XXI dell’Inferno. In esso, il diavolo Malacoda sostiene che i ponti colleganti le bolge del cerchio VIII siano caduti nel momento della morte di Cristo; nel Medioevo, si riteneva che Gesù fosse morto al compiersi dei 34 anni, la cui data era stata fissata, convenzionalmente, il 25 Marzo, data vicina all’equinozio di Primavera.
Nella medesima giornata (25 Marzo) il Consiglio dei Ministri ha istituito, nel 2020, una giornata interamente dedicata alla figura del nostro Sommo Poeta: il Dantedì, per ricordare all’Italia il suo Genio, promuovendo quest’anno numerose attività, anche online, organizzate dalle scuole e dalle diverse istituzioni. Durante questa giornata anche la televisione italiana ha voluto offrire il suo contributo: sui canali Rai, infatti, sono stati trasmessi diversi documentari dedicati alla figura del sommo poeta; o letture recitate dei canti della Divina Commedia, come le celebri interpretazioni dell’attore Roberto Benigni. Riflettendo sulla situazione attuale, dobbiamo riconoscere che la letteratura, proprio come le altre materie umanistiche, ha subito una progressiva trasformazione, dovuta alla pandemia mondiale causata dal Covid-19; le lezioni trascorse in Didattica A Distanza, le ore passate a stare seduti al computer, non vedere altra luce e che non fosse quella della nostra camera ci hanno fatto capire quanto sia importante che la scuola si possa svolgere in presenza, per garantire agli studenti un apprendimento al naturale. Ma la crisi attuale, in un certo senso, ci avvicina a Dante perché la nostra situazione può essere paragonata al periodo del ‘300. Pensateci: una città devastata dalla peste, gente innocente condannata a restare in casa per evitare di essere contagiata o in quarantena per non contagiare, medici incapaci di intervenire a causa dei pochi strumenti a disposizione, un brusco calo demografico… Non è forse una situazione simile a quella odierna? La sanità che cerca di risollevarsi dalla sua situazione già precaria, i cittadini italiani costretti a restare in casa o a uscire obbligatoriamente con la mascherina e solo per usufruire dei beni di prima necessità… È riflettendo sulla situazione odierna che vogliamo rivolgere un augurio agli italiani, utilizzando la bellissima citazione dantesca: “E quindi uscimmo a riveder le stelle”. Con la speranza che si possa ritornare a rivedere le stelle ascoltando tutti insieme un concerto o una rappresentazione teatrale… Con la speranza, in cui noi studenti crediamo, di poter tornare alla normalità anche dal punto di vista scolastico. In questo modo, potremmo finalmente tornare a parlare di letteratura nella maniera più tradizionale possibile!

Redazione

Redazione è il nome sotto il quale voi lettori avrete la possibilità di trovare quotidianamente aggiornamenti provenienti dagli Uffici Stampa delle Forze dell’Ordine, degli Enti Amministrativi locali e sovraordinati, delle associazioni operanti sul territorio e persino dei professionisti che sceglieranno le pagine del nostro quotidiano online per aiutarvi ad avere maggiore familiarità con gli aspetti più complessi della nostra realtà sociale. Un’interfaccia che vi aiuterà a rimanere costantemente aggiornati su ciò che vi circonda e vi darà gli strumenti per interpretare al meglio il nostro tempo così complesso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button