AttualitàCostume e SocietàEnti localiEventiSpettacolo

Benestare: un mese di eventi per riscoprire l’identità culturale

Nella mattinata di oggi, attraverso un incontro in streaming, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del progetto di valorizzazione del borgo di Benestare che è stato finanziato dalla Regione Calabria. Ad anticipare l’impiego dei fondi per il recupero del patrimonio materiale del paese, tre settimane di incontri e manifestazioni ideate in collaborazione con Carlo Frascà. Proprio il direttore artistico ha introdotto l’incontro di questa mattina definendo l’attività progettuale un vero e proprio collante sociale.
Il progetto illustrato negli intenti dall’ex sindaco Rosario Rocca, progettista culturale, ed è stato poi spiegato nel dettaglio dall’attuale primo cittadino Domenico Mantegna e dalla Presidente del Consiglio Comunale Rossella Scopacasa, delegata alla cultura.
Proprio la cultura, ha affermato Mantegna «sarà la principale protagonista della manifestazione che abbraccerà tutto il mese di febbraio e che darà il là alla realizzazione di un progetto utile a far rivivere la nostra realtà culturale e la sua specificità urbanistica, che sono le case di gesso.»
Il sindaco si è detto per questo “strafelice” che l’azione sociale e politica abbia consentito al paese di risultare tra i primi beneficiari dei fondi approntati dalla Regione Calabria, che daranno certamente nuova linfa vitale alla realtà cittadina.
«Tutto questo – ha proseguito il primo cittadino, – non sarebbe stato possibile senza la collaborazione con la Cooperativa Pathos, in sinergia con la quale abbiamo realizzato le manifestazioni che, nonostante si svolgeranno in diretta streaming per rispettare le norme anticovid, saranno fondamentali a narrare la nostra identità e la nostra storia. Obiettivo finale è la realizzazione di una carcamusa, antica fornace che permetterà ai mastri jibissari di estrarre e lavorare il gesso utile alla costruzione delle case.»
Il programma degli eventi, come ha affermato Rosario Rocca, si concentrerà il 6 febbraio, alle ore 19, sul culto mariano con un seminario trasmesso in diretta streaming e su TeleMia, per poi svilupparsi il 16, alle ore 15:30, attraverso la farsa carnevalesca Carnalivari Zitu di Franco Blefari. Gli altri due appuntamento saranno invece il 20 febbraio, quando, sempre in streaming e su TeleMia saranno trasmessi, alle ore 17 il seminario sulle Case di gesso e, alle ore 18, il concerto di Nando Brusco Il paese cantato. La manifestazione culturale si chiuderà simbolicamente con la realizzazione di un cortometraggio didattico divulgativo (che sarà realizzato tra il 21 e il 25 febbraio) che cercherà di dare continuità a un lavoro che non vuole esaurirsi solo con la manifestazione del corrente mese.
Un impegno importante che, anche in tempo di pandemia, dimostra la volontà dei piccoli centri di riscattare la propria immagine, un percorso che può essere portato a compimento, ha affermato in chiusura Rocca, soltanto se il comuni «riusciranno a stimolare nel modo giusto gli investimenti dei privati per il recupero degli edifici storici, soprattutto oggi che il Governo ha varato un piano di sgravi fiscali unico nel suo genere» e se, ha detto invece il primo cittadino Mantegna «ai Comuni saranno date le disponibilità finanziarie utili a completare gli organici oggi carenti un po’ ovunque e, in modo particolare, presso gli Uffici Tecnici.»

Foto: benestare.asmenet.it

Jacopo Giuca

Nato a Novara in una buia e tempestosa notte del giugno del 1989, ha trascorso la sua infanzia in Piemonte sentendo di dover fare ritorno al meridione dei suoi avi. Laureatosi in filosofia e comunicazione, ha trovato l’occasione di lasciarsi il nord alle spalle quando ha conosciuto la sua compagna, di Locri, alla volta del quale sono partiti in una altra notte buia e tempestosa, questa volta di novembre, nel 2014. Qui ha declinato la sua preparazione nella carriera giornalistica ed è sempre qui che sogna di trascorrere la vecchiaia scrivendo libri al cospetto del mare.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button